.
Annunci online

  amelie cronache da un mondo mai abbastanza favoloso
 
Diario
 


E un giorno, credi, questa guerra finirà,
ritornerà la pace e il burro abbonderà...


Francesco De Gregori, 1982



Ricordi


Tutta la verità

Madre natura

Incontri

Una vittoria o una sconfitta?

Conflittuale

Abbasso Bridget Jones

Cambio il titolo. Come richiesto

Penelope, per gli amici

Oggi io resto

Alessandro

...red London

Home sweet home

Meridiane

La scala della Scala

Fratelli

Interpretazioni

Maestri

Ho ceduto anch'io


16 marzo 2006

Tu voi fa' l'americano...

L'ennesimo dcumento strategico della Casa Bianca sulla sicurezza nazionale annuncia che l'Iran è in questo momento il paese più pericoloso per la sicurezza degli Stati Uniti e "non escludiamo l'uso della forza prima che un attacco del nemico possa avvenire, anche se ci fosse incertezza sulla data e sul luogo dell'attacco stesso".
Insomma, noi quando ci saremo armati fino ai denti faremo la guerra e voi non vi azzardate a chiedere spiegazioni di sorta.
Sull'onda del "siamo tutti americani" quella che gli Usa tentano di esportare non è democrazia, ma sottomissione. Perché se tutti i paesi del mondo vivessero come gli americani, le riserve di energia sulla terra si esaurirebbero in meno di un secolo, il petrolio addirittura tra 18 anni. E allora no, non facciamo diventare tutti americani, andiamo da loro, gli raccontiamo qualche favola, eppoi portiamo a casa tutte le risorse energetiche possibili che facciano sopravvivere la nostra razza che si ammazza di hamburgher e patatine, ma gli altri no, gli altri devono vivere anche senz'acqua. Il quarto forum mondiale sull'emergenza idrica sostiene che nel mondo ancora un miliardo di persone soffre la sete e che lo scarico di una toilette occidentale usa tanta acqua quanta ne serve ad una persona nei paesi poveri per le esigenze di un giorno intero.
E allora, mettiamoci l'anima in pace, perché gli americani, dopo aver perso una guerra, ne faranno un'altra serie, senza un plausibile motivo. Ma il motivo c'è eccome, e non è democratico: la loro sopravvivenza.




permalink | inviato da il 16/3/2006 alle 12:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

sfoglia     febbraio        aprile
 

 rubriche

Diario

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link


A VOLTE NE VALE LA PENA

alcestis
aldo
ale
antonio
ascanio
barbiere
bombay
bruco
campione
cupido
escopazzo
grillo
independent
miele
napolino
nefeli
paese
riccardo
royal holloway
tetris
time
torino
uic
viaggio

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom